Robert McDuffie

Direttore Artistico

 

Ricca di sfaccettature e all’insegna del dinamismo, l’eclettica carriera di Robert McDuffie, direttore artistico e fondatore del Rome Chamber Music Festival, si svolge tra New York, Macon ( sede della sua scuola) e Roma ed  è scandita da concerti e tournée in tutti i continenti.

Violinista candidato al Grammy egli è purtuttavia spesso fuori dagli schemi: pensiamo alla versione di Midnight Rider eseguita con Gregg Allman e Chuck Leavell, al duetto con l’attrice e drammaturga Anna Deavere Smith ( “Lettera dal carcere di Birmingham” di Martin Luther King) , ai concerti per violino di Bach per accompagnare la “jook dance” di Li’l Buck. Philip Glass gli ha dedicato il suo Concerto per Violino n.2, ribattezzato, in onore al minimalismo di Vivaldi,  The American Four Seasons ( Le Quattro Stagioni Americane)  e Mike Mills,  dei R.E.M., ha composto per lui un concerto per violino, rock band e orchestra d’archi, tenutosi in prima mondiale a Toronto nel 2016. Oltre al Rome Chamber Music Festival, McDuffie è fondatore del Robert McDuffie Center for Strings, conservatorio all’avanguardia della Mercer University di Macon, in Georgia, sua città natale.

Robert McDuffie si esibisce da solista con la maggior parte delle orchestre più prestigiose del mondo: tra queste la New York e Los Angeles Philharmonics;  le  Symphonies di Chicago, San Francisco, National, Atlanta, Houston, Dallas, St. Louis, Montreal e Toronto; le Orchestre di Philadelphia, Cleveland e Minnesota;  la Leipzig Gewandhaus Orchestra e la North German Radio Orchestra,  la Düsseldorf Symphony, la Frankfurt Radio Orchestra, la Deutsche Kammerphilharmonie di Brema, la Hamburg Symphony, la Bruckner Orchestra di  Linz, la Royal Scottish National Orchestra, l’Orchestra del Teatro alla Scala, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia a Roma, l’Orchestra Barocca di Venezia, la Jerusalem Symphony, l’Orquesta Sinfónica Nacional de Mexico, l’Orquesta Sinfónica de Mineria, la Puerto Rico Symphony Orchestra e con tutte le orchestre principali dell’Australia.

Di recente si è esibito al Royal Festival Hall con la London Philharmonic Orchestra, al Concertgebouw di Amsterdam, alla Philharmonie di Colonia, agli Arts Center di Seoul e Daejeon in Corea, alla National Concert Hall di Taipei, alla Tonhalle di Düsseldorf, al Brucknerhaus di Linz, alla Musikhalle e alla Staatsoper di Amburgo e al National Theater di Santo Domingo.

Con la Toronto Symphony ha eseguito la prima assoluta del Concerto n.2 per violino di Philip Glass. Con l’Orchestra Barocca di Venezia ha compiuto un tour in 30 capitali degli Stati Uniti, affiancando a “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi le “Quattro Stagioni Americane” di Glass. Il concerto è stato poi replicato con numerose orchestre statunitensi, europee e latino-americane. Il concerto di Glass è stato eseguito con la  National Symphony of Mexico, Düsseldorf Symphony, con l’ Hamburg Ballet; con la Nashville, Louisiana, San Diego, Dallas, San Antonio e la Colorado Symphony; con la Philharmonic di Poznan in Polonia, la Philharmonia di Praga, con lo Scottish Ensemble a Glasgow, l’Amsterdam Sinfonietta in Olanda e in Belgio, al Festival di Belgrado, all’ Aspen Music Festival di Aspen nel Colorado; Insieme alle Quattro Stagioni di Vivaldi con la Zurich Chamber Orchestra e la Tonhalle, anche al St. Christopher Festival di Vilnius, in Lituania e con la Israel Chamber Orchestra di Tel Aviv.

Robert McDuffie ha inciso The American Four Seasons con la London Philharmonic diretta da Marin Alsop per l’etichetta discografica di Philip Glass, Orange Mountain Music. Sempre per la Orange Mountain Music ha inciso il concerto per Violino e Gruppo Rock ed orchestra di Mike Mills. Famose le sue incisioni con la Telarc e la Emi, tra queste i concerti per violin di Mendelssohn, Bruch, Adams, Glass, Barber, Rózsa, Bernstein, William Schuman, e i classici della tradizione viennese. Numerose le apparizioni televisive e gli show radiofonici, (“Today” sulla NBC, “CBS Sunday Morning”, PBS’s “Charlie Rose”, A&E’s “Breakfast with the Arts”) oltre agli articoli sul New York Times e il Wall Street Journal, senza contare i media italiani, tra questi RAI 1, 2 e 3 e Rai International.

Di recente ha eseguito The American Four Seasons con il Robert McDuffie Center for Strings Ensemble al Poisson Rouge di New York ed è tornato ad Amburgo per ripetere il fortunato successo della performance con l’Hamburg Ballet.

Il 17 giugno 2016  con la Toronto Symphony ci fu la prima mondiale del Concerto per Violino e Rock band composto per lui da Mike Mills ( R.E.M.). Il concerto di Mills fu eseguito anche al Rome Chamber Music Festival, all’Aspen Music Festival e durante un tour americano di tre settimane nell’autunno 2016.

Nel 2017 andrà in tour negli Stati Uniti con la Bruckner Orchestra di Linz, alternando il Barber Violin Concerto con il Concerto per Violino No. 1 di Glass, inoltre ritornerà come ogni anno al Aspen Music Festival. Progetti futuri includono il suo debutto in Nuova Zelanda, ad Auckland, ulteriori collaborazioni con l’attrice/dramatturga Anna Deavere Smith ed un ritorno in Korea.

Come fondatore del Rome Chamber Music Festival, Robert McDuffie ha ricevuto il Premio Simpatia dal Sindaco di Roma per il suo impegno culturale nella Città Eterna. Per dieci anni ha fatto parte del CdA della Harlem School of the Arts dove è stato presidente del comitato artistico e didattico. Il Prof. McDuffie è inoltre titolare della cattedra Mansfield and Genelle Jennings della Mercer University a Macon, sua città natale, in Georgia.   Suona un Guarneri del Gesu del 1735, altrimenti noto come il “Ladenburg”, lo strumento è di proprietà di una ristretta cordata.

www.robertmcduffie.com